Cacciucco alla livornese

Home | Prodotti | Piatti pronti

Cacciucco alla livornese

Il Cacciucco alla livornese Meno30 è reperibile nella GDO in confezioni da 300 grammi (1 porzione ): subito pronto, gustoso e fatto ‘ad arte’.

Da consumarsi previa cottura.
Suggerimenti per la preparazione senza scongelare il prodotto.

  • FORNO TRADIZIONALE: preriscaldare il forno a 200 ° C. Senza scongelare, rimuovere la confezione dall’astuccio, togliere la plastica esterna (sacchetto), mettere la vaschetta nel forno e lasciar cuocere per circa 20 minuti.
  • MICROONDE: senza scongelare, rimuovere la confezione dall’astuccio, togliere la plastica esterna (sacchetto), coprire il contenuto fasciando la vaschetta con una pellicola estensibile per alimenti o coprendo con un coperchio da microonde, impostare il microonde a 800W o 750W per circa 7-8 minuti. Per favorire una cottura omogenea si consiglia di mescolare il prodotto, interrompendo temporaneamente la cottura a circa metà del timer, poi riavviare la cottura per il tempo rimanente.
  • PADELLA: senza scongelare, rimuovere la confezione dall’astuccio, togliere la plastica esterna (sacchetto) e togliere la vaschetta. Porre il contenuto in una padella antiaderente, con un filo d’olio sul fondo, coprire con un coperchio e lasciar cuocere il prodotto a fuoco medio per circa 10 minuti (o comunque fino a che il contenuto non risulterà ben cotto). Di tanto in tanto mescolare per favorire una cottura omogenea.

Storia di un piatto povero, ma pieno di profumi e sapori che conquista tutti

Meno30 lancia sui banchi del freddo della GDO italiana un nuovo piatto pronto e surgelato ispirato alla nostra tradizione culinaria regionale. Nella squadra de I Pronti di Meno30 entra oggi il nuovissimo Cacciucco alla Livornese. La variazione sul tema, che ha sempre come protagonista il pesce, stavolta arriva dalla cucina toscana e dalla città di Livorno: è infatti probabilmente una delle varianti fra le zuppe di pesce più conosciute ed apprezzate per essere piena di gusto e molto appetitosa. Meno30, sempre tesa a fare sviluppo e ricerca per proporre al mercato prodotti ittici surgelati di alta qualità e filiera certificata, ha inaugurato la sezione de I pronti di Meno30 già da qualche tempo, riscuotendo successo ed apprezzamento in tutti i principali canali della GDO. Oggi ci presenta la novità del Cacciucco alla livornese che mantiene i tratti distintivi del marchio e delle sue proposte: qualità, gusto e sicurezza. Dal freezer sulla tavola in pochi minuti per conquistare anche i palati più raffinati: lo chef di Meno30, ispirandosi alle migliori ricette della nostra tradizione gastronomica, permette di gustare prelibati piatti surgelati, in sicurezza e dal sapore inalterato. Non vengono aggiunti né conservanti né additivi di alcun genere affinché il sapore resti inalterato. Nel Cacciucco alla livornese troviamo tutti gli ingredienti richiesti dalla ricetta tradizionale: pesce di lisca, polpi e calamari, cozze e vongole, gamberi. Come vuole la tradizione, il pesce viene pulito e preparato per una cottura su un fondo a base di soffritto di odori e polpa di pomodoro, che successiva,mente viene sfumato con vino ed infine aromatizzato con prezzemolo. La cottura è lenta ed articolata e alla fine il mix dei profumi dovrà risultare avvolgente ed equilibrato. Completano il piatto alcune fette di pane raffermo e arrostito che, disposte sul fondo del piatto, assorbiranno un po’ del brodetto. Meno30 ha selezionato i migliori ingredienti per realizzare questo piatto, quindi ha seguito la ricetta canonica nel rispetto della tradizione livornese, ottenendo un piatto pronto che mantiene straordinariamente intatti il mix di sapori ed il gusto intenso. Il Cacciucco alla livornese di Meno30 è reperibile nei principali supermercati della GDO in pratiche e riconoscibili confezioni da 300 grammi, equivalenti ad 1 porzione singola. Col termine ‘cacciucco’ (con 5 c) in Toscana, si indica una ‘mescolanza’ di ingredienti, ma a Livorno con Cacciucco si intende esclusivamente una saporita zuppa di pesce nata per lo più per poter utilizzare e non sprecare il pesce più povero finito nelle reti dei pescatori. La leggenda narra di un pescatore disperso in mare che lasciò moglie e figli nella miseria più nera. La donna, mettendo insieme olio, pomodori raccolti nell’orto, erbe profumate e acqua, preparò una salsa in cui cucinò dei pezzi di pesce elemosinati dai figli ai pescatori, ognuno dei quali donò loro un pesce diverso. Sistemò delle fette di pane raffermo in una larga zuppiera e vi rovesciò sopra la zuppa, sprigionando un profumo così intenso che si diffuse velocemente tra le viuzze del paese.

Le Nostre Ricette

Dall’antipasto ai secondi piatti, passando per le deliziose specialità di mare, Meno30 garantisce solo il meglio per i vostri palati.

SCOPRILE TUTTE